Pavimenti antichi in legno: produzione in legno vecchio o restauro di vecchi elementi di pavimento

pict0010.JPGjhv.JPGasd.JPG

Uno dei fraintendimenti più frequenti quando si considera di acquistare un pavimento in legno antico si verifica nel distinguere se  è solamente il legno ad essere antico (e quindi utilizzato per costruire nuovi elementi da pavimento) , oppure se  si tratti di tavole o formelle di pavimenti antichi che verranno restaurate per essere riposizionate in un nuovo ambiente.pict0021.JPGpict0021.JPGpict0021.JPG

p1010059-1.JPG Nel  primo caso  bisogna poi ancora distinguere tra tavolame segato molti anni fa e mai trasformato, vecchie tavole provenienti dallo smontaggio di antiche strutture, o ancora, tavole ottenute dalla segagione di vecchie travi.

Ovviamente il pregio, l’aspetto e la verosimiglianza con un pavimento antico sono nei vari casi sensibilmente diversi e conseguentemente lo è anche il prezzo. Stiamo comunque parlando di materiali rari, disponibili in lotti omogenei limitati e maneggiabili in modo idoneo solo da maestranze altamente qualificate.

pict0011-1.JPGTrattandosi di legno antico, tutti questi casi saranno caratterizzati da colorazioni particolari determinate pict0026.JPGdall’ossidazione prodottasi nel tempo e difficilmente riproducibile in modo artificiale. Paradossalmente inoltre il loro pregio sarà  dovuto a colori particolarmente vivaci e profondi nel caso di legni antichi piallati e carteggiati nuovamente, oppure ad una patina omogenamente un pò spenta ed attenuata nel caso dei pavimenti antichi con la superficie del calpestio ancora intatta (pavimenti in patina).

Quest’ultimo ( nell’eventualità che non sia mai stato levigato e verniciato con prodotti diversi da cere ed oli ) è certamente il caso di maggior pregio ed è il più difficile da trattare per difficoltà di integrazioni , pulizia delle patine e per la sua necessità di un rimontaggio ragionato in base all’ accostamento delle parti ugualmente consumate con l’ obbiettivo di  limitarne i pict0008.JPGpict0008.JPGpict0008.JPGpict0008.JPGpict0008.JPGdislivelli tra i singoli elementi ( senza carteggiare).

La triste verità è comunque che la disponibilità di questi materiali sia ovviamente a numero chiuso è si stia progressivamente esaurendo, costringendoci a costose ricerche estese oltre ai confini nazionali

5 Comment(s)

  1. Salve,
    per ristrutturazione appartamento, sono stati recuperati 50 mq di vecchio parquet in rovere a spina di pesce con fascia e bindello in faggio.
    il parquet e` stato recuperato pensando di riutilizzarlo, ma per veri motivi non e` stato fatto.
    poiche` voi trattate vecchi parquet, se siete interessati a recuperarlo, potete contattarmi per visionarlo.
    cordiali saluti

    patrizia sonego

    patrizia sonego | set 15, 2009 | Reply

  2. Buongiorno Patrizia,

    in realtà il parquet da voi recuperato appartiene ad una tipologia ancora troppo recente per avere un valore che ne giustifichi i costi di recupero , pertanto non sono interessato all’ acquisto.

    Grazie comunque per la segnalazione

    M. Gallero

    Maurizio Gallero | set 16, 2009 | Reply

  3. Sto recuperando dal tetto della mia casa, in fase di ristrutturazione, travi di larice apparentemente in buon stato. Sarei interessato a trasformarle in tavole per pavimento, è possibile?

    Ivan

    Ivan | mar 31, 2010 | Reply

  4. Si è possibile se i suoi travi sono sani.

    Le serve una segheria disposta a segare i travi vecchi e pieni di chiodi (ormai sono molto poche), segue una essicazione che raggiunga il grado di umidità adatto ai pavimenti ed il lavoro di una falegnameria per piallare, stuccare,rifilare, troncare e maschiare le tavole.

    Suggerisco , dopo aver valutato con le maestranze a sua disposizione quale sarebbe il costo di tale processo, di fare una breve ricerca su quali prodotti simili ci siano sul mercato e a che prezzo.

    L’ operazione che lei stà immaginando infatti non è molto economica, sebbene abbia il pregio di riutilizzare i travi della casa e certamente ottenere un pavimento di fascino.

    A disposizione per ulteriori chiarimenti

    M. Gallero

    Maurizio Gallero | apr 12, 2010 | Reply

  5. salve,
    solitamente quanti mm di spessore abbiamo dopo aver recuperato un legno antico,
    grazie
    gianni

    gianni | lug 21, 2011 | Reply

Post a Comment