Riproduzioni di porte antiche: il problema della porta a filo del telaio tipico delle porte antiche

2.JPG1690_s.jpg5.jpg5.jpgLa struttura delle case è notevolmente cambiata nel corso del tempo influenzando le dimensioni, l’aspetto ed i meccanismi di movimento degli elementi architettonici accessori, quali ad esempio le porte .

A questo proposito notiamo come l’ introduzione del corridoio, diffusosi a partire dal 1800 in poi , abbia modificato il concetto di porta interna. Fino a quel momento infatti gli ambienti venivano per lo più posizionati uno in fila all’altro e pertanto quasi  sempre le porte erano eseguite ad un battente unico (meno laborioso) e si aprivano a tirare verso l’ ambiente da cui si stava uscendo.

Con l’ introduzione del corridoio tale sistema di apertura entrò immediatamente in crisi : la ridotta larghezza dello stesso si conciliava difficilmente sia con l’ apertura a tirare che con la dimensione del battente singolo, si incominciò quindi a  far aprire la porta  verso  il locale a cui si stava accedendo componendola a due battenti, in modo che le sue ante aperte venissero accolte dallo spessore del muro portante e non ingombrassero nelle stanze ( si trattava normalmente di muri di spessore 50 cm).

Un ‘ ulteriore trasformazione è avvenuta poi nei tempi moderni, determinata dalla volontà di risparmiare sul costo del doppio battente e dal progressivo assottigliamento dei muri  delle case .

1820_s.jpgLe porte sono ora per lo più a  battente singolo a spingere verso le stanze e , dovendosi aprire piu di 90° rispetto al p1010286.JPGmuro della stanza, il battente non si trova più sullo stesso piano del telaio (ormai diventato un coprifilo) bensì arretrato.

A tale caratteristica hanno dovuto adattarsi la maggior parte dei produttori di copie di porte antiche, snaturando quindi l’ aspetto della porta antica riferita ad un periodo antecedente all’ 800.

5 Comment(s)

  1. Dovrei realizzare un armadio in una nicchia di muratura con una larghezza massima di circa cm. 170 e un’altezza massima di circa cm. 210. Mi piacerebbe usare due porte antiche (o rirpoduzioni) per le due ante. Avete qualche proposta in merito? Dove posso eventualmente visionare il prodotto?
    Grazie in anticipo

    giorgio tognazzi | feb 28, 2011 | Reply

  2. Buongiorno,
    non ci sono problemi particolari a realizzare quanto da lei richiesto .

    Sia per gli originali da modificare che per le riproduzioni ( così come per disegni e preventivi ) possiamo comunicare via mail , Skype o di persona.

    Noi abbiamo sede in Piemonte ( Torino ) e gestiamo clienti in tutta l’Italia ed all’ estero.

    Resto a sua disposizione per ulteriori chiarimenti

    Maurizio Gallero

    Maurizio Gallero | mar 2, 2011 | Reply

  3. Sig. Gallero buongiorno,
    sto ristrutturando il mio appartamento in una casa dei primi 900. ci sono 4 porte sul muro portante e due porte dei bagni su tramezzi. Vorrei chiederle un preventivo per delle porte che avrebbero le seguenti caratteristiche:
    4 porte a doppio battente per luci da 100x230circa e 2 porte 80×230.
    2 porte a doppio battente dovrebbero avere l0inserto in vetro a mezza altezza, del tipo da infilare dall’alto.
    anche per le porte dei bagni vorrei l’inserto in vetro (vetri esclusi)
    Vorrei capire quanto potrei spendere per fare questo. Le 4 porte doppie andrebbero montate a filo muro sul corridoio a spingere per entrare nei locali, fornite complete di cornice sagomata.
    Il disegno dovrebbe essere semplice, data l’umiltà del contesto della costruzione.
    Le farei poi verniciare a smalto come si usava un tempo.
    potrebbe farmi un preventivo di massima, indicativo per sapere se il lavoro è alla mia portata o meno.
    Grazie esaluti
    Gianluca – Monza

    Gianluca | apr 18, 2012 | Reply

  4. qual’è il vostro sito e dove vedere i lavori disponibili? grazie

    fabiana | gen 15, 2013 | Reply

  5. BUONGIORNO
    LE INVIO SUBITO UN LINK DOVE PUÒ VISIONARE I NOSTRI PRODOTTI

    GRAZIE

    M. GALLERO

    Maurizio Gallero | gen 18, 2013 | Reply

Post a Comment